raw vegan restaurant & juice bar

Siamo quel che
mangiamo.

LUDWIG FEUERBACH

Quando la soia batte la carne…

Si sente parlare spesso delle proteine nell’alimentazione a base vegetale, e c’è da scommettere che chiunque è vegetariano o vegano si sia sentito porre almeno una volta la domanda: “Ma come fai senza le proteine? Dove le trovi, visto che non mangi carne?”.

Cominciamo col dire, in modo un pò elementare ma che rende l’idea, cosa sono le proteine: il nostro corpo ha bisogno di una grande quantità e varietà di elementi nutritivi, che ottiene principalmente mangiando e bevendo. Ogni elemento fa il suo lavoro nella macchina biologica del nostro corpo, e le proteine hanno come scopo quello di costruire e riparare cellule e tessuti, oltre a regolare alcune funzioni ormonali e dare energia.

Non tutti gli alimenti ci possono donare buone proteine: alcuni ci regalano proteine “di qualità”, ovvero ricche di costituenti (gli amminoacidi) che il nostro corpo non può fabbricare da sé, altri non ne posseggono affatto.

Ed ecco che arriva il contributo di fagioli, lenticchie, soia e tutto il team dei legumi…

Sappiamo bene che molti alimenti di origine animale possiedono alte quantità di proteine, ed alcuni conoscono la triste verità di molti atleti, soprattutto i culturisti, che per mantenere e costruire i propri muscoli mangiano chili di carne tutti i santi giorni.

Ma non tutti conoscono la verità sui legumi e sulle proteine che ci possono donare.

Qual’è l’alimento in cima alla classifica per quantità di proteine? La carne? Sbagliato: è la soia! Questo legume offre circa 36 grammi di proteine per 100 grammi di prodotto, superiore anche al formaggio grana (33 grammi su 100) e alla bresaola (32 grammi su 100, che sono la stessa quantità dei pinoli…). Alcuni alimenti oggetto di lodi per la presunta quantità di proteine, tipo la carne di bovino o il petto di pollo, si fermano a circa 22 grammi su 100.

C’è un aspetto, tuttavia, che riguarda la “qualità” delle proteine: sappiamo dalla biologia che solo gli alimenti di origine animale offrono proteine complete di tutti gli amminoacidi essenziali al nostro organismo, mentre gli alimenti vegetali offrono ognuno parti più o meno ampie di amminoacidi essenziali.

Ma anche in questo caso la natura ci offre la soluzione migliore: basta associare ad ogni pasto alimenti vegetali di origine diversa (anche una semplice pasta e fagioli) per ottenere tutti gli amminoacidi essenziali ed offrire al nostro corpo quello di cui ha bisogno, senza dover creare sofferenza ai nostri amici animali e, lo sappiamo ormai bene, guadagnandoci in salute!

Articoli recenti